Nuvole di Bellezza
Ciao carissimo Ospite e benvenuto nel nostro mondo dedicato alla Bellezza!

Per poter accedere alle varie sezioni del forum occorre registrarsi, è molto semplice, basta scegliere un nickname, una mail valida e una password!
Una volta fatta la registrazione ti consigliamo di presentarti in modo che tutti noi potremmo darti il giusto benvenuto!

Ti aspettiamo!

Unisciti al forum, è facile e veloce

Nuvole di Bellezza
Ciao carissimo Ospite e benvenuto nel nostro mondo dedicato alla Bellezza!

Per poter accedere alle varie sezioni del forum occorre registrarsi, è molto semplice, basta scegliere un nickname, una mail valida e una password!
Una volta fatta la registrazione ti consigliamo di presentarti in modo che tutti noi potremmo darti il giusto benvenuto!

Ti aspettiamo!
Nuvole di Bellezza
Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi click o accedi per continuare.
Andare in basso
elsaflo
elsaflo
Nuvolina argentata
Nuvolina argentata
Status :
Online
Offline


Numero di messaggi : 901
Data d'iscrizione : 17.03.10
Età : 51
Località : pavia

La seconda vita di Fonzie : libri per bambini dislessici Empty La seconda vita di Fonzie : libri per bambini dislessici

Mer 23 Giu 2010, 10:14
La seconda vita di Fonzie
libri per bambini dislessici



La seconda vita di Fonzie : libri per bambini dislessici Fonzie01g
Henry Winkler nei panni di Fonzie


Due milioni e mezzo di copie in Usa per «Le avventure di Hank Zipzer». «Storia di un tredicenne che, come capitò a me, non sa quel che legge»


GLAUCO MAGGI
NEW YORK
E' già immortalato da attore nel classico giubbotto da motociclista e con il «pollice su» nella statua in bronzo, «The Bronze Fonz», che la città natale di Milwaukee (Wisconsin) gli ha dedicato, orgogliosa, nell'estate del 2008. Ma Henry Winkler, 64 anni, l'italo-americano Arthur Fonzarelli, il celebre Fonzie dai capelli brillantinati della serie televisiva americana Happy Days degli Anni 70, si è reinventato dal 2003 una seconda carriera: scrittore di storie per bambini. Oggi dice di sè «sono i libri la cosa che mi interessa di più», e la verità è che questo tardivo successo letterario è una rivincita, mescolata ad una attitudine positiva verso gli altri che aveva caratterizzato anche il suo personaggio, conquistatore di buone maniere, eroe di una gioventù non bruciata. La serie di 17 libri di Winkler, che raccontano le vicende di scuola e di vita del ragazzino dislessico Hank Zipzer, è un best seller da 2,5 milioni di copie, e i titoli fanno bella mostra nel catalogo della Libreria del Congresso a Washington. Ma Henry era come Hank, dislessico: solo che quando il piccolo Winkler faceva le elementari la malattia non era riconosciuta come lo è oggi. Per questo andava malissimo a scuola. «Ero tra gli ultimi della classe, nel 3% dei peggiori», ha detto recentemente ai giornalisti in Inghilterra, dove sta facendo un tour di promozione dei suoi libri. «Mi dicevano che non sarei mai riuscito a far nulla. I miei genitori avevano un simpatico termine per descrivermi, stupidotto. Molto incoraggianti. E poi c'era questa maestra soprannominata Miss Adolf, penso ci fosse una parentela».

Già a sette anni, ricorda «Fonzie», sapeva che avrebbe fatto l'attore da grande, ma era all'oscuro del terribile segreto che gli avrebbe un giorno aperto un nuovo orizzonte. Solo da adulto, quando si è trovato ad affrontare i problemi d'apprendimento del proprio figliastro Jed, Winkler ha infatti scoperto di soffrire della stessa malattia. Per una persona che ammette oggi di aver letto per intero il primo romanzo quando aveva 30 anni suonati si aprì così, per reazione, la strada della letteratura. Infantile, tutta imperniata attorno al mondo dei dislessici, e rivolta a lanciare un messaggio represso nella propria frustazione per tanto tempo. «Il fatto che non sei bravo accademicamente non vuol dire niente. Puoi anche volare come un'aquila quando scopri in quale campo sai essere davvero in gamba», dice adesso l'ex bullo della tv, forte del duplice successo nelle pellicole e in libreria. «Ognuno ha un suo talento dentro, bisogna solo trovare quale sia».

Henry e il suo co-autore Lin Oliver sono adesso impegnati in un nuovo progetto di libri per l'infanzia, Ghost Buddy (Amico Fantasma), che racconta le storie di un ragazzino di 13 anni e del suo miglior compagno di avventure, un personaggio immaginario.

Winkler, oltre che per lanciare i suoi libri, è in Gran Bretagna per visitare 60 scuole quale testimonial per la campagna governativa «A modo mio», tesa a far capire agli scolari dislessici o con altri problemi che non sono «stupidotti», ma che esistono diversi approcci possibili all'apprendimento.

E bravo Fonzie!!!!

fonte: La Repubblica
Torna in alto
Permessi in questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum.