Nuvole di Bellezza
Ciao carissimo Ospite e benvenuto nel nostro mondo dedicato alla Bellezza!

Per poter accedere alle varie sezioni del forum occorre registrarsi, è molto semplice, basta scegliere un nickname, una mail valida e una password!
Una volta fatta la registrazione ti consigliamo di presentarti in modo che tutti noi potremmo darti il giusto benvenuto!

Ti aspettiamo!

Unisciti al forum, è facile e veloce

Nuvole di Bellezza
Ciao carissimo Ospite e benvenuto nel nostro mondo dedicato alla Bellezza!

Per poter accedere alle varie sezioni del forum occorre registrarsi, è molto semplice, basta scegliere un nickname, una mail valida e una password!
Una volta fatta la registrazione ti consigliamo di presentarti in modo che tutti noi potremmo darti il giusto benvenuto!

Ti aspettiamo!
Nuvole di Bellezza
Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi click o accedi per continuare.
Andare in basso
Piccolaflo
Piccolaflo
Nuvolina
Nuvolina
Status :
Online
Offline


Numero di messaggi : 279
Data d'iscrizione : 28.03.10

MASKNE: acne da mascherina Empty MASKNE: acne da mascherina

Sab 22 Mag 2021, 09:00
MASKNE: acne da mascherina Maskne10



Maskne o Mask-ne indica il verificarsi o l’acutizzarsi di alcune manifestazioni della pelle come: acne, brufoli o punti neri a causa dell’uso quotidiano delle mascherine protettive.


Come riconoscere l’acne da mascherina?

Per le pelli che soffrono di alterazioni delle ghiandole sebacee si riscontra la comparsa di rossore, prurito e brufoletti.


Invece, per le pelli reattive e sensibili è possibile che si presentino: irritazioni, rash cutanei (sfoghi) e abrasioni di piccola entità, prurito, eritema, desquamazioni.


Per i  soggetti predisposti possono comparire altre problematiche dermatologiche, come: dermatiti allergiche da contatto, dermatite da irritazione nel naso e orecchie, dermatite seborroica, Rosacea.


Tuttavia nella maggior parte dei casi Maskne si localizza soprattutto su guance, mento, contorno labbra e naso, mentre per chi  soffre di dermatite seborroica la pelle si sensibilizza anche ai lati del naso, lungo le sopracciglia e/o dietro le orecchie.


Quali sono le cause di Maskne?


  • Il contatto prolungato della mascherina può compromettere l’integrità della barriera cutanea
  • In presenza di lesioni da contatto con la mascherina, i germi e lo sporco possono penetrare negli strati più profondi della pelle creando stati infiammatori sottoepidermici
  • Umidità e calore del nostro respiro possono alterare il pH della pelle creando: cheilite angolare (persistenti labbra screpolate con piccoli tagli), dermatite con un’eruzione eritematosa intorno alla bocca, caratterizzata da papule, brufoli cistici e pelle secca
  • Utilizzo sulla pelle di prodotti aggressivi
  • Indebolimento della microflora batterica cutanea con crescita eccessiva di batteri
  • Applicazioni di creme filmogene e occlusive dei pori che favoriscono l’accumularsi di sebo e di sporco.
  • Il materiale di alcune  mascherine e dispositivi di protezione possono trattenere i residui di detergenti per bucato e ammorbidenti che possono irritare la pelle.


Azione in & out per prevenire e curare Maskne

DETERGERE

In un solo gesto rimuovi sporco e impurità lasciando la pelle idratata e morbida.


CALMARE E IDRATARE

Ricostruire la fisiologica barriera idrolipidica, ad esempio utilizzando una sinergia di estratti vegetali ad azione anti-infiammatoria come Camomilla, Eucalipto, Cumino ed Aloe.

I principi attivi idratanti ed emollienti mantengono la pelle idratata ed elastica allontanando il prurito. Per le sue caratteristiche uniche potrebbe rappresentare il rimedio naturale ideale per la dermatite atopica adatta a tutte le età.


PROTEGGERE E NORMALIZZARE

Per un’azione rigenerante della pelle.

Svolgere un’azione normalizzante e seboregolatrice adatta a pelli acneiche. 
Contribuire a mantenere il pH cutaneo a valori fisiologici. 
Lenire e lasciare la pelle morbida al tatto.


CONTRASTARE GLI STATI INFIAMMATORI


Un aiuto dall’interno viene favorito anche dagli integratori che agiscono nei confronti dei radicali liberi alla base degli stati infiammatori, grazie alla sapiente combinazione di estratti vegetali selezionati per i loro principi attivi antiossidanti, come il tè verde ed il Carciofo.

La Curcuma, già conosciuta dai Faraoni egiziani per la capacità di ristabilire “una generale condizione di benessere”, ha proprietà antinfiammatorie confermate anche dalla moderna ricerca scientifica.

La Boswellia svolge una doppia azione protettiva, inibendo l’attivazione dei mediatori dell’infiammazione. A questi si aggiungono gli oli essenziali di Rosmarino, Santoreggia e Ginepro a cui sia la tradizione erboristica che recenti ricerche scientifiche riconoscono importanti proprietà antinfiammatorie

crediti: Marzia Filipetto, Skin Expert
Torna in alto
Permessi in questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum.